Il Manchester City ha lanciato un vero e proprio assalto legale contro la Premier League: i quattro campioni in carica hanno contestato tutto, dalle regole di sponsorizzazione alle modalità con cui vengono prese le decisioni della competizione.

Il City ha intentato una causa contro la Lega e, secondo il Times, la prossima settimana è stato convocato un tribunale indipendente per ascoltarlo. L'udienza durerà due settimane e arriva mentre entrambe le parti si stanno preparando per l'attesa udienza di novembre sulle 115 accuse del Maglie da calcio Manchester City poco prezzo di presunta violazione delle regole relative al fair play finanziario.

La sfida legale del City è incentrata sulle regole delle transazioni con parti associate (APT). Le APT, in cui i club stipulano accordi di sponsorizzazione o di guadagno con aziende legate ai loro proprietari, sono da tempo oggetto di esame da parte della Lega. A febbraio i club hanno votato per approvare regole più severe sulla valutazione di tali accordi. Il requisito di valutare l'equo valore di mercato per gli APT è stato contestato dal City, che ha sostenuto di violare la legge sulla concorrenza.

Il club ha chiesto alla Lega un risarcimento finanziario per le perdite percepite negli accordi di sponsorizzazione che sono stati bloccati dalle regole. Il club sostiene che la Lega non è stata in grado di dimostrare che i club ottengono un vantaggio sleale dalle APT e che in passato non ha agito con la stessa urgenza per controllare le grandi spese delle squadre dominanti.

Maglie Europa

In un'altra richiesta di risarcimento che fa parte della causa, il City prende di mira le regole di voto della Lega. Il requisito secondo cui 14 club su 20 devono votare a favore di qualsiasi proposta per poterla adottare è stato a lungo acclamato come uno dei punti di forza della competizione, il che significa che i club devono allinearsi a qualsiasi cambiamento prima che venga attuato. Secondo il Times, tuttavia, la causa del City sostiene che il sistema di votazione preserva “la tirannia della maggioranza”.

Secondo il Times, tra i 10 e i 12 club della massima serie hanno risposto alla richiesta della Lega di presentare osservazioni a sostegno delle sue regole. Nel frattempo, un club avrebbe fornito una testimonianza a sostegno della richiesta del Maglie da calcio Manchester City bambino. L'acquisizione del Newcastle United da parte del fondo sovrano dell'Arabia Saudita nel 2021 aveva già provocato tentativi affrettati da parte dei club di modificare le regole dell'APT.

La nuova richiesta legale del City è stata presentata a febbraio e la Premier League ha informato i suoi club della questione a marzo. La vicenda sarà vista come un forte aumento delle ostilità tra il City e la competizione in cui ha vinto sei degli ultimi sette titoli, e mette ulteriormente a dura prova la Premier League, che sta cercando di affrontare molteplici questioni di governance, dal miglioramento dei regolamenti finanziari ai piani del governo per un regolatore indipendente per il calcio inglese.

La Premier League non ha commentato. Il City è stato contattato per un commento.